3 pensieri efficienti per vivere sereni

Vivere una vita afflitta da pensieri negativi, da poca autostima e da continue cadute è estenuante e faticoso.

So bene come ci si sente: è un’energia che ti butta giù ogni volta cerchi di migliorare, è un’energia negativa che ha paura di cambiare e allora tocca a te sentirti sempre male con te stesso.

La cosa bella e più importante è che c’è una soluzione a tutto, tutto è passeggero, certo certe cose durano più di altre ed è proprio per questo motivo che dobbiamo stare attenti a non lasciare che siano questi i momenti che durano di più.

A mio parere ci sono dei passi con cui si può iniziare a cambiare, dei pensieri che potrebbero aiutarti a vedere un altro lato delle cose, della vita:

Guarda in faccia al dolore: questo passaggio ti permetterà di accedere alla ragione ultima dei tuoi mali, ovunque questa risieda, ti permetterà di accettarli e di lasciarli andare. È il passaggio più importante perché senza questo naturalmente il resto è impossibile, ma come si fa? Semplicemente lascia che si esprima: come ogni sentimento anche questo ha bisogno di liberazione e catarsi e più lo eviti o nascondi e più questo si farà sentire, perciò lascialo essere, lascialo fluire senza costringerlo o giudicarlo.

• Non dargli tanto peso: proprio perché lo aiuti a liberarsi hai tutta la libertà a non dargli il peso che crede di avere. In generale questo sentimento che si abbatte su di noi prende il dominio delle nostre vite, il nostro compito perciò sarà quello di fregarcene in maniera assoluta di quello che desidera, di quello che ci comanda di fare o di sentire. Proprio nel momento in cui sei immerso nel tunnel della disperazione fai l’esatto contrario di quello che vorresti fare. In questo modo sfiderai te stesso ed il tuo corpo reagirà sentendosi meglio. Se proprio è difficile in quel momento, e molto spesso lo è, allora concentrati su altri lati di te stesso: se senti voci di odio e ostilità ricordati di ripetere: “a volte”. Ricorda di non massimizzare mai nulla, perciò è a volte e non sempre che non ti apprezzi, è a volte e mai sempre che non ti sei saputo amare, è a volte e non sempre che non ti senti soddisfatto e amato.

• Purifica e rimpiazza: ora che sei nel bel mezzo dei tuoi dolori è giunto il momento di lasciarli fluire e andare, magari per sempre. Al loro posto finalmente è arrivato il momento per la liberazione, per la catarsi, è arrivato il momento del cambiamento. Proprio quando non vedi altre vie che l’angoscia e la disperazione scomoda il tuo animo sorridendo, guarda un film catartico, leggi un buon libro, scrivi ciò che ti ha insegnato questa caduta. La cosa importante di questo passaggio è che non finisce mai, è proprio questa fase la fase che diventerà la tua abitudine e il tuo modo di vivere. Riuscirai a scorgere il lato positivo e riuscirai a farlo non per nascondere questi malesseri ma proprio grazie a questi, proprio a questi dolori riuscirai a rafforzarti e sentirti meglio.

Proprio come Dante deve attraversare l’Inferno per poter apprezzare la straordinarietà del Paradiso anche tu dovrai attraversare tutto questo per poter abbracciare la bellezza che nasconde la vita.

Sarei felici di sentirti personalmente e di condividere con te altro, se vuoi consigli o se tu vuoi consigliarmi film o musiche catartiche scrivimi qui: fatima.elaouni@liceoavogadrobiella.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...