L’umorismo ci salverà

《Tutto ciò che è umano è patetico. La segreta fonte dell’Umorismo stesso non è gioia ma dolore. Non c’è umorismo in Cielo.》Mark Twain.

Il dolore, le tragedie, i problemi, le situazioni più bizzarre sono tutte motivo di riso.

“La buona comicità aiuta le persone a non sentirsi sole. La grande comicità offre risposte concrete.
Bill Hicks

Mi piace ridere delle situazioni più strane nella vita e trovo che la Stand up Comedy statunitense sia la migliore nel farlo, forse perché sono i più folli.

George Carlin, Dave Chappelle, Louis Ck, Bill Burr sono i miei preferiti per la loro visione della vita.

A parte il nichilismo che li circonda hanno delle osservazioni molto intelligenti sui vari fatti che circondano l’ironia della vita.

Non ci sono regole: purché sia costruito bene il ragionamento, la battuta può essere costruita su qualsiasi argomento e questo è quello che amo di più.

Louis Ck una volta ha parlato di quanto sia difficile mettersi le calze, George Carlin ha elencato la lista delle persone che si meritano di passare a miglior vita e Ricky Gervais ha criticato l’obesità come nessun altro ha mai fatto.

Louis CK

Il punto è che non si deve essere d’accordo con le loro tesi, il punto è quanto interessante e creativo sia il loro punto di vista. È questione di allargare il proprio senso critico, di aprirsi ad una moltitudine di visioni e opinioni.

E non è una questione culturale e non è neanche una questione di gusti, crescendo noi maturiamo sotto molti aspetti, ad esempio smettono di piacerci alcuni cibi proprio perché maturiamo il nostro palato.

Ora io mi chiedo perché questo non succeda anche con la comicità? Voglio dire a dieci anni è comprensibile che ti faccia ridere la comicità espressiva e gestuale ma se a venti o trent’anni trovi ancora divertenti battute ridicole in cui non si fa altro che parlare di stereotipi sui generi, pregiudizi e differenze tra le varie culture o tra Nord e Sud Italia allora dovresti iniziare a dubitare dei tuoi gusti perché forse non è una questione di gusti.

Il punto è quello di raffinare e selezionare ciò che ci interessa e la questione riguarda anche il resto delle cose che facciamo: la musica che ascoltiamo, i film che guardiamo, ciò a cui poniamo la nostra attenzione.

“Non riesco a guardare la televisione per più di cinque minuti se non pregando per un olocausto nucleare.” Bill Hicks

Credo che ci si debba evolvere riuscendo in qualche modo a sviluppare nuovi gusti, scoprendo nuove visioni, nuovi modi di vedere e fare le cose per poter continuare a vivere e non a strisciare come zombie sfuggendo al corso delle cose.

Riguarda, per me, soprattutto il riuscire a uscire dagli schemi e dalle catene della monotonia, riuscire a vedere la realtà nella sua oggettività, accettarla senza sentirsi offesi, riuscendo ad essere liberi.

L’umorismo ci salverà perché è onesto, vero, intelligente e soprattutto libero.

In fondo la vita è ironica e questo lo dobbiamo accogliere prima o poi, sempre meglio prima che poi.

Prima si accoglie la follia della realtà prima si accresce la propria intelligenza e finalmente si migliora.

Spesso però questo non accade perché forse le persone non pongono attenzione ai dettagli, forse in fondo a loro non importa o forse è perchè gli uomini non portano abbastanza cappelli…

Monty Python ne “Il senso della vita”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...